Altre versioni:

Modalità restituzione supporti difettosi CIE da parte dei Comuni emettitori

Versione stampabileInvia ad un amicoVersione PDF
Data: 
Mercoledì, 6 Febbraio, 2008
Settore: 
Argomento: 
Carta di identità

Si fa seguito ai numerosi quesiti pervenuti dai Comuni emettitori CIE in relazione alla modalità restituzione di supporti difettosi CIE.
Relativamente ai supporti che presentano difetti imputabili a problemi di fabbricazione, questi ultimi dovranno essere rimessi alle competenti Prefetture presso le quali si provvederà, previa comunicazione da parte delle Prefetture stesse al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro, Direzione VI, al ritiro che sarà a cura del Magazzino del tesoro di detto Ministero sito in via Cimarosa, 4 00198 ROMA (tel. 06/85082361). La medesima comunicazione dovrà essere inoltrata, per conoscenza, all'Ufficio scrivente (Ministero dell'Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici - Servizio CIE).
La predetta comunicazione consentirà la sostituzione dei supporti difettosi ai sensi dell'art. 64 delle "Nuove Istruzioni per la disciplina dei servizi di vigilanza e controllo sulla produzione delle carte valori, degli stampati a rigoroso rendiconto" approvate con DM 4 agosto 2003, senza oneri a carico dei richiedenti, oneri che invece saranno posti a carico dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
Per quanto attiene i supporti erroneamente compilati si autorizza, ai sensi e per gli effetti dell'art. 68 delle citate Nuove Istruzioni, la loro distruzione in loco.
Resta implicito che l'operazione di distruzione dovrà avvemre alla presenza dei Funzionari Responsabili di ogni singolo Ufficio, i quali dovranno previamente accertare i quantitativi da distruggere e le condizioni di sicurezza inerenti l'operazione stessa.
A seguito della distruzione dei supporti in argomento dovrà essere redatto apposito verbale sul quale dovranno essere indicati i numeri di serie identificativi (ID) di ogni singolo supporto distrutto.

Copia autentica del verbale di cui sopra dovrà essere trasmessa, entro e non oltre 15 giorni dall'esecuzione dell'operazione di distruzione, al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro, Direzione VI - Ufficio X - Servizio Ispettorato Carte Valori c/o IPZS, Piazza verdi, lO - 00198 Roma e al Ministero dell'Interno, Direzione Centrale per i Servizi Demografici.

In quest'ultimo caso gli oneri derivanti dalla sostituzione saranno a carico del Comune emettitore,